Economicità
I costi della conciliazione sono contenuti e predeterminati e si può beneficiare di importanti agevolazioni fiscali
Velocità
Sono necessari mediamente dai trenta ai quaranta giorni dalla presentazione della domanda all'accordo finale. Nella maggior parte dei casi è sufficiente un solo incontro per raggiungere l'accordo. Nelle materie obbligatorie la procedura di mediazione deve durare non più di quattro mesi
Assenza di rischio
Le parti in qualsiasi momento possono porre termine alla Mediazione, ricorrere alle forme tradizionali di risoluzione delle controversie, o richiedere congiuntamente al Mediatore di formulare una proposta di conciliazione
Efficacia
In oltre l'80% dei casi il tentativo di conciliazione si conclude con un accordo che ha valore di contratto tra le parti e che è rispettato quasi sempre in quanto frutto di un'intesa voluta e giudicata soddisfacente da tutte le parti
Semplicità
Per avviare la procedura è sufficiente compilare un modulo e trasmetterlo all’Organo di Mediazione. Nel caso in cui l'altra parte accetti l' invito a presentarsi, si terrà un tentativo di conciliazione al quale è possibile partecipare accompagnati dal proprio avvocato, commercialista o da altra persona di fiducia
Controllo sul risultato


Le Parti, non il Mediatore, stabiliscono i contenuti dell’accordo.
Contrariamente al processo e all’arbitrato, la conciliazione avviene solo quando è stabilita e concordata da entrambe le Parti
Attenzione agli interessi reali
Ogni accordo è modellato per definire i reali obiettivi della questione e soddisfare i bisogni di ciascuna delle parti coinvolte con soluzioni anche creative
Autonomia
Le parti quando non arrivano ad un accordo non perdono alcun diritto e possono, per tutelare le loro ragioni, avviare una causa giudiziaria
Tranquillità
Ogni controversia causa tensione, imbarazzo, difficoltà di comunicazione. Il Mediatore aiuta a discutere nel modo più sereno possibile al fine di creare un clima favorevole alla proposizione di idee e soluzioni
Riservatezza
La Mediazione si distingue per il carattere riservato e confidenziale dell’intera procedura. Sia le parti, sia il Mediatore sono tenuti a non rivelare alcuna informazione ottenuta nel corso della procedura